Utilizzando il sito si accetta l’uso di cookies tecnici in esso contenuti.Informazioni [OK]
logo

 

 


 

 

  COSA SERVE PER GIOCARE A RUGBY

Per giocare a rugby è obbligatorio l'uso di un paradenti (facilmente acquistabile in diversi negozi di articoli sportivi), il caschetto anche se non è obbligatorio è consigliato. Solitamente si gioca su campi erbosi ( o terra battuta ) quindi si devono usare scarpe sportive con tacchetti (vanno bene anche quelle da calcio , basta che non abbiamo tacchetti di ferro ma abbiano tacchetti di gomma o plastica ).

La Società del Selvazzano Rugby fornirà al momento dell'iscrizione anche i calzettoni e il pantaloncino che unitamente alla maglietta che viene fornita prima degli incontri , costituiranno la divisa.

 

  COME VESTIRSI

Per gli incontri l'atleta deve indossare i calzettoni e i pantaloncini della società (forniti all'iscrizione) , la maglietta verrà consegnata la mattina dell' incontro e dovrà essere restituita a fine giornata all'accompagnatore. In base alla stagione si potranno indossare maglie termiche o scaldamuscoli, la cerata in caso di pioggia. Attenzione: non vestite troppo i vostri ragazzi, giocando a rugby si suda.

Per i trasferimenti  l'atleta deve sempre  indossare la felpa e i pantaloni della società ( o la tuta) . 

Per allenamento,  l'abbigliamento è libero. Di solito basta indossare calzettoni , pantaloncini e maglietta. Nelle stagioni più fredde si usano maglia termica e scaldamuscoli. Se piove si aggiunge la cerata o un K-Way.

Per facilitare il lavoro degli accompagnatori e degli educatori si chiede ai genitori di: scrivere il nome su tutto il materiale compresa la borsa, insegnare ai bambini di allacciarsi le scarpe.

 

Si ricorda che in segreteria sono spesso disponibili gratuitamente scarpe e abbigliamento usato per chi ne avesse bisogno. Quindi, per chi  ne avesse in più, saranno bene accette scarpe e abbigliamento tecnico usato.

 

  INDICAZIONI GENERALI PRIMA E DURANTE I CONCENTRAMENTI E TORNEI

- Far fare colazione ai bambini la mattina, prima del concentramento/torneo.

- Partecipare al terzo tempo: al termine del torneo c’è sempre il terzo tempo, la squadra, con allenatori e accompagnatori, si reca nella sala dedicata, al termine i bambini verranno accompagnati dai genitori

- Negli spogliatoi, durante le docce e/o cambio del vestiario possono essere presenti solo gli accompagnatori e gli allenatori.

- Durante l’allenamento e durante i concentramenti/tornei si chiede cortesemente ai genitori di non distrarre i bambini con saluti, chiamate e foto.

- Nei concentramenti/tornei non è sempre possibile fare la doccia quindi un cambio completo in borsa è opportuno.

- In caso di assenza si prega di avvisare gli allenatori o accompagnatori.

 

 

  L'ACCOMPAGNATORE

All’interno dei ogni Under dlla esistono due figure che lavorano assieme per la normale organizzazione : l’allenatore e l’accompagnatore.
Mentre l’allenatore si occupa della parte tecnica, l’accompagnatore media e organizza tutta quella parte organizzativa e burocratica affinchè i nostri giovani atleti si possano esprimere nel loro sport.
Solo attraverso il lavoro di squadra tra queste due figure si riducono le problematiche.
Gli accompagnatori sono spesso dei genitori che regalano il loro tempo alla società, non  seguono solo il proprio ragazzo ma, accettano gli oneri di tale compito, diventando dei rappresentanti del Selvazzano Rugby e diventano “genitori” di tutti i ragazzi.

I compiti generali:
La sorveglianza, il supporto più o meno diretto ai ragazzi, anche a seconda dell’età, sia negli spogliatoi che a bordo campo, è uno dei compiti richiesti. (pochi genitori conoscono il momento dello spogliatoio gestito dagli accompagnatori quando il fango, il vapore delle docce e lo spazio limitato li costringono a svolgere un manovre di incastro per gestire tutti i ragazzi)
Modello B: la fantomatica lista gara con cui ci presentiamo ai tornei e ai concentramenti. Il modello B è un documento ufficiale che viene firmato dall’accompagnatore che firma per responsabilità verso il C.R.V. e il Giudice Sportivo (e già, la responsabilità è dell’accompagnatore che rischia una squalifica) ed è la lista nella quale vengono indicate tutte le informazioni degli atleti, allenatori e accompagnatori presenti al  torneo/raggruppamento (nome atleta, codice fir, anno di nascita, documento di riconoscimento ecc). 

Molto del loro lavoro rimane nascosto o poco appariscente ma dovreste vederli come si organizzano per risolvere i problemi anche in maniera trasversale alle varie categorie. Ognuno di loro risponderà in maniera diversa ma li unisce il fatto di poter dare una mano regalando il proprio tempo: sono tutti volontari! 

Chi è l'accompagnatore:
E' un tesserato Fir che opera e collabora con la società e gli educatori per creare uno spirito di squadra fuori e dentro il campo.
È un supporto agli educatori per risolvere le specifiche esigenze degli atleti nelle diverse fasce di età.

Cosa deve fare l'accompagnatore:
Conservare e controllare che i documenti degli atleti siano in ordine e non scaduti (documenti di riconoscimento, certificati medici, tessera fir ecc).
Allenamento: presenza durante l’allenamento, presenza in spogliatoio, supporto logistico agli allenatori e controllo dei locali utilizzati (pulizia, ordine, oggetti dimenticati ecc).
Raggruppamenti/tornei convocazione: preparare la lista gara (modello B), verificare la presenza di tutti i convocati, prendere la borsa medica, prendere il materiale (palloni, conetti ecc).
Raggruppamenti/tornei in campo: distribuire e ritirare le maglie da gioco, procurarsi il programma delle partite, procurarsi l’acqua presso l’organizzazione del torneo/raggruppamento, dare ristoro ai ragazzi (durante le partite con acqua/the, biscotti e/o frutta ecc), occuparsi degli atleti durante i tempi morti tra una partita e l’altra, accompagnare i ragazzi assieme all’allenatore al pranzo in caso di torneo, essere l’ultimo a lasciare il campo da gioco (l’impegno si conclude solo al termine del terzo tempo o al termine delle premiazioni del torneo).

 

 

DOWNLOAD

Condividi la pagina su:

social

 

 

yost.technology